Salta al contenuto principale

Premio M9 per l'innovazione nel cinema a Vittorio Storaro e Maria Pia Di Meo

M9 annuncia la prima edizione del Premio M9 per l’innovazione, che sarà assegnato a Mestre venerdì 27 settembre. In linea con la filosofia di M9 che coniuga l’innovazione e la storia italiana del ’900,  per questo primo anno il premio sarà conferito a due protagonisti del cinema italiano celebri in tutto il mondo: l’autore cinematografico Vittorio Storaro, con al suo attivo 3 Premi Oscar - per la migliore fotografia di “Apocalypse now” (1980), “Reds” (1982) e “L’ultimo imperatore” (1988) - e oltre 50 film, e la  doppiatrice Maria Pia Di Meo, che in 50 anni di attività ha prestato la voce a molte attrici internazionali, tra le quali Audrey Hepburn, Barbra Streisand, Meryl Streep, Julie Andrews, Vanessa Redgrave, Catherine Deneuve, Susan Sarandon e Jane Fonda.

Il Premio - progettato dall’artista veneziano Luigi Voltolina e realizzato in collaborazione con il maestro vetraio Furlan - sarà consegnato nel corso di una cena di gala che si terrà nel Chiostro M9, dove saranno proiettati emozionanti montaggi di film che ripercorreranno la carriera dei due premiati. Alla serata interverranno esponenti del mondo del cinema, dell’imprenditoria e della cultura italiana.

Il pubblico può partecipare su prenotazione (tel. 041 3036324, cell. 340 1512314; la quota di adesione è di 60 euro a persona). Il menu della cena di gala  - dall’aperitivo al dessert - è ideato e realizzato dalle aziende della ristorazione di M9: Caffè Diemme, FC 1920 Il Ristorante, 9 Bistrot. L’evento è realizzato in collaborazione con Leonardo Royal Hotel e Radio Company.

La cena sarà preceduta nel pomeriggio da una conferenza sull’evoluzione delle tecniche cinematografiche, che si svolgerà in Auditorium M9, in cui il professor Carlo Montanaro dialogherà con gli artefici dell’innovazione digitale nel mondo cinematografico.