Salta al contenuto principale

Silvana Giacobini presenta il suo romanzo “La schiava bianca”

Si intitola La schiava bianca il romanzo a tinte gialle che la scrittrice e giornalista Silvana Giacobini presenterà giovedì 26 settembre alle 18.00 nell'Atrio M9 - Museo del ’900. A dialogare con l’autrice sarà Paola Sartore, della Fondazione di Venezia.

Il romanzo, pubblicato da Cairo nella collana "Scrittori italiani", è un thriller ambientato in una Venezia contemporanea, sospesa fra le esclusive relazioni aristocratiche ed il turismo di massa. Perno della vicenda – con implicazioni fondamentali in terraferma, fra Mestre e Quarto d’Altino – è la drammatica fine di Susanna Balbi, bellissima diciottenne di alto lignaggio, morta nel rogo di un palazzo fatiscente dopo essere stata rapita nel corso di un sequestro anomalo. Intorno a lei e alla sua tragica scomparsa il thriller prende corpo pagina dopo pagina, in un avvincente intreccio fatto di intrighi, crimini efferati, vendette e investigazioni che vedono protagonista la giovane scrittrice di gialli Margot Amati, approdata a Venezia per una festa da mille e una notte, e finita sua malgrado sotto il misterioso “Occhio della Fenice”. Al di là della dichiarata opera di fantasia, Silvana Giacobini sviluppa nel suo romanzo temi che diventano inevitabilmente spunto per riflessioni sul presente e sul futuro di Venezia, come la perdita delle radici della città e gli effetti del turismo di massa. Vengono inoltre toccate importanti questioni sociali, dalla dipendenza dalle droghe alla tratta delle bianche, fino alla vendita criminale di neonati.